L'Argentina di origine italiana

IN EVIDENZA

Rete consolare, situazione inacettabile. A San Paolo protesta davanti al Consolato

Gli esempi non mancano. A Bahia Blanca, la più estesa tra le circoscrizioni consolari dell’Argentina, con oltre 70mila cittadini iscritti all’anagrafe, c’è un solo impiegato, oltre al console generale. Il Consolato generale in San Paolo riceve tra agosto e dicembre di quest’anno, le domande di cittadinanza presentate nel 2005, cioè dodici anni fa! La protesta viene organizzata dal MAIE per il 12 ottobre e ad essa hanno aderito numerose organizzazioni ed esponenti della collettività italiana. Intanto la continentale del CGIE, uno dei sindacati dei lavoratori del ministero degli Esteri, l’on. Merlo e altri esponenti delle comunità degli italiani all’estero hanno lanciato l’allarme sulla insostenibile situazione della rete consolare, frutto dei tagli degli ultimi anni. Gazzola, la tassa di 300 euro non serve e inoltre lo Stato incassa e ma non migliora i servizi. In dieci anni il personale di ruolo è sceso da 4852 a 3825 funzionari.

LEGGI TUTTO

La città di La Plata Capitale Provinciale dell’Immigrante Italiano

Cerimonia ad un anno dall’approvazione della legge.

LEGGI TUTTO

La rete diplomatica in campo in Argentina per il Sistema Italia

Organizzate una serie di iniziative per promuovere le aziende italiane e gli investimenti nel Paese e la cooperazione su diversi fronti, a Buenos Aires, Bahía Blanca, Ushuaia e in Italia.

LEGGI TUTTO

Recalculando, para el FMI, en 2017 Italia crecerá más de lo esperado

El organismo revisó sus estimaciones después de conocerse los datos de crecimiento del primer trimestre y ahora estima que este año el Bel Paese crecerá 1,3%

LEGGI TUTTO

Si gira in Argentina documentario sulla storia del sommergibile Macallè e di Carlo Acefalo

Il regista argentino Ricardo Preve sta girando un film sulla tragica vicenda del sommergibile, incagliatosi e affondato nei primi giorni della Seconda Guerra Mondiale nel Mar Rosso. Una sola vittima, il sottocapo silurista Carlo Acefalo, morto dovuto alle esalazioni di cloruro di metile gas fuoriusciti dal sistema di raffreddamento della nave, che aveva intossicato quasi tutto l’equipaggio. Grazie all’impresa di tre marinai, che partirono con una piccola barchetta a remi in cerca di soccorsi, che trovarono dopo sei giorni. Preve fece ricerche che portarono al ritrovamento di resti del Macallè e della tomba di Acefalo, la cui salma dovrebbe Essere riportata in Italia entro la fine dell’anno. Il direttore ha girato scene che ricreano l’ambiente del Mar Rosso, dove le temperature raggiungono i 50 gradi, la settimana scorsa a Claromecó, dove il termometro segnava -5 gradi.

LEGGI TUTTO

L’Ospedale Italiano ha presentato il libro che racconta la sua storia e le profonde trasformazioni degli ultimi dieci anni

Presentato dall’ex rettore dell’UBA Guillermo Jaim Etcheverry, “Un faro que marc a rumbos” alla presenza del ministro della Sanità dell’Argentina, Jorge Lemus, l’opera segue i percorsi durante i quali furono introdotti cambiamenti molto importanti negli aspetti assistenziali e di gestione, adoperata tecnologia di punta, unica nel Paese diventato un modello esemplare, studiato e riconosciuto a livello internazionale.

LEGGI TUTTO
Altre notizie