L'Argentina di origine italiana

02-01-2018 | Italiani in Argentina

#Dante2018, la Commedia star del nuovo anno in Argentina

Proposta dallo scrittore argentino Pablo Maurette, dal primo giorno dell’anno migliaia di persone in Argentina e nell’America latina, a anche in altre zone del mondo, leggono un canto della Divina Commedia e postano su twitter eventuali commenti. Un elaborazione collettiva che durerà cento giorni, tanti quanti i canti del capolavoro del Sommo Poeta.

Trending topic in Argentina nel passaggio dal vecchio al nuovo anno. Si tratta di Dante Alighieri e la sua Commedia o, meglio, di una iniziativa di lettura collettiva aperta ai commenti dei lettori, che un docente di letteratura argentino, Pablo Maurette, ha proposto su twitter.

#Dante2018 è il hashtag che ha richiamato l’interesse di migliaia di persone in Argentina e in altri paesi dell’America latina, ma anche in altre zone del mondo (Spagna, Cina, Australia), con la proposta di Maurette di leggere ogni giorno un canto della Divina Commedia e commentarlo su twitter. Un canto al giorno, dal primo giorno del nuovo anno e fino al 10 aprile, quando saranno stati letti i cento che compongono l’opera del Sommo Poeta.

Pablo Maurette (@maurette79) argentino, 39 anni, è un docente di letteratura comparata scrittore e sceneggiatore. Finiti gli studi in filosofia presso l’Università di Buenos Aires, ha ottenuto un Master in Studi Bizantini a Londra e si è laureato in Letteratura Comparata presso l’Università di North Carolina, Chapel Hill. Docente all’Università di Chicago, ha pubblicato numerosi articoli in riviste specializzate, collabora alle riviste Ñ e ADN Cultura en el 2015 ha pubblicato il suo primo saggio “"El sentido olvidado: ensayos sobre el tacto" (Mardulce Editora).

Studiosi, esperti, appassionati e neofiti di Dante, con il libro alla mano, generalmente nella versione in spagnolo della quale ci sono molte versioni (anche se Maurette consiglia quelle di  Ángel Battistessa, Ángel Crespo, Jorge Aulicino oppure quella di Ángel Chiclana), hanno cominciato a leggere un canto al giorno proponendo commenti, idee, luoghi, curiosità.Tra l’altro il prof. Humberto Ballesteros Capasso (@Graograman), Ph.D. in Letteratura Italiana, presso la Columbia University, commenta ogni giorno il canto proposto su https://commedia2018.tumblr.com/post/169211623112/infierno-i-o-el-principio-del-fin-de-la-edad

#Dante2018 è  seguito anche dal prof. Pablo Williams, altro studioso del Sommo Poeta ma, come fa notre ilmquotidiano La Nación, il pubblico di questa iniziativa è molto vasto e comprende giornalisti quali Gustavo Noriega, Cristina Perez, Flavia Pittella, Omar Genovese e Florencia Scarpatti; avvocati come Osvaldo Sammartino; un filósofo del diritto, Andrés Rosler; il vicepresidente della Banca Central della Repubblica Argentina, Lucas Llach; Karina Galperin, dell’Università Torcuato Di Tella; il direttore del Teatro Cervantes, Alejandro Tantanian, Guillermo Jaim Etcheverry, già rettore della facoltà di Medicina dell’Università di Buenos Aires, Mariano Siskind, docente di letteratura all’Università di  Harvard e Miguel Rep, vignettista del quotidiano Pagina 12, che illustrò la versione in spagnolo della Divina Commedia dello psichiatra Antonio Jorge Milano, edito da Luis Todesca del Grupo Editorial Latinoamericano nel 2003 e che il quotidiano ripropose a fascicoli, nel 2014. Anche il ministro della Cultura, Pablo Avelluto, che sul suo conto scrive: "Me conmuevo, aprendo, pienso y vuelvo a conmoverme con #Dante2018. Twitter encontró su sentido, finalmente" (Mi commuovo, imparo, pienso e torno a commuovermi con #Dante2018. Twitter ha trovato la sua ragione di essere, finalmente")

Partecipa anche la Biblioteca Mitre, che custodisce lamemoria e le opere dello statista argentino, che oltre ad essere stato Presidente della Nazione, è stato il primo traduttore della Divina Commedia in Argentina, nel 1922

Per partecipare, spiega Maurette, ci vogliono: il libro, un po’ di tempo ogni giorno, twitter e lasciare ogni speranza.

Comentarios

Envie sus Comentarios

Ingrese codigo de seguridad: